Parti principali di una radio

antenna

La radio funziona ricevendo un segnale elettrico, seguito dalla trasmissione del segnale. L'antenna è il primo passo per rendere possibile questa sequenza. L'antenna non è complessa e può essere semplice come un cavo lungo. L'antenna riceve i segnali elettrici trasmessi attraverso l'aria, come quelli trasmessi dalle stazioni radio. I segnali che riceve sono repliche o copie più deboli del segnale trasmesso, che vengono inviati al diodo. Il diodo è il passaggio successivo che consente di udire i segnali elettrici.

diodi

La corrente alternata creata all'interno dell'antenna viaggia verso il diodo. Il diodo funziona come un interruttore elettrico, permettendo alla corrente elettrica di fluire in una direzione, bloccando il contrario. In questo modo, solo la metà superiore della corrente CA può passare. Inizialmente, per i diodi venivano utilizzati piccoli cristalli di piombo. I radioamatori continuano a usare questi cristalli. Queste radio sono chiamate "radio di cristallo".

bobina

La bobina è la chiave per sintonizzare segnali radio specifici. Poiché la bobina consente alla radio di rispondere a determinate frequenze di trasmissione, consente anche di sbarazzarsi di altre frequenze, che raggiungono costantemente l'antenna radio. Quando la radio è sintonizzata su stazioni diverse, la bobina all'interno della radio viene effettivamente modificata.

parlando

La fase finale prevede la conversione del segnale intercettato in un messaggio udibile che l'ascoltatore può capire. Ciò comporta apparecchi acustici, chiamati anche "oratori". Gli altoparlanti ricevono il segnale elettrico CA dal diodo e quindi convertono il segnale in un'interpretazione udibile che, a lungo termine, produce un'onda sonora che imita la trasmissione audio originale. A causa della velocità delle onde radio, indipendentemente da dove viene trasmesso il segnale, secondo Hope College Radio Lab l'ascoltatore può ascoltarlo quasi contemporaneamente.

Articoli Interessanti