Di cosa sono fatti i televisori al plasma?

Operazione di base

Gli schermi al plasma sono costruiti tra due strati di plasma di vetro. In termini scientifici, il plasma è un gas parzialmente ionizzato. Nel caso di schermi al plasma, lo strato di plasma è composto da una soluzione costituita da elementi di gas nobili (elio, neon, argon, kripton, xeno e radon). Una carica elettrica fa sì che il plasma si mescoli per rendere gli elementi fosforescenti all'interno dello strato di plasma, causando loro di emettere luce. Questo è diviso in molte piccole celle chimiche, ognuna può essere regolata su un colore specifico. Il risultato di ogni cella è l'acquisizione del colore desiderato nell'immagine sullo schermo. Ma rapidamente variando il colore di ogni cella elettronica, si crea l'illusione di un'immagine in movimento.

Operazione avanzata

La maggior parte degli schermi al plasma commerciali utilizzano luci al neon, argon, xenon nel loro strato al plasma (spesso con l'aggiunta di azoto). Gli elettrodi si estendono dall'unità centrale dello schermo di elaborazione a ciascuna delle migliaia di celle. Questi elettrodi sono ricoperti da un rivestimento di ossido di magnesio che li protegge dal processo chimico attraverso lo schermo che produce luce. Poiché gli elettrodi vengono caricati per varie capacità, le celle al plasma agiscono come conduttori, emettendo luce nel processo. Al fine di produrre una gamma di colori, ogni cella contiene tre subpixel: uno con una corrispondenza rossa, uno con una corrispondenza blu e uno con una corrispondenza verde. Ciascuno può essere attivato in qualsiasi parte di uno spettro di intensità e il risultato della miscelazione di tre colori sub-pixel è il risultato dell'intera cella. Ogni cella può visualizzare miliardi di diverse combinazioni di colori e può essere modificata migliaia di volte al secondo.

vantaggio

I pannelli al plasma offrono numerosi vantaggi rispetto ad altri tipi di schermo. Tra questi c'è la sua capacità di riprodurre miliardi di colori, tenendo conto dell'esatta riproduzione dei colori, questo supera gli schermi LCD. Il processo mediante il quale gli schermi al plasma producono colore consente anche un rapporto di contrasto maggiore che, in termini pratici, significa bianchi più bianchi e neri più neri. A differenza degli schermi LCD, gli schermi al plasma possono essere visualizzati da qualsiasi angolazione, senza perdita di chiarezza della precisione del colore. Ciò lo rende ideale per l'industria degli schermi al plasma, a differenza dei televisori, che non sono sempre accessibili da un angolo frontale. Infine, gli schermi al plasma offrono un tempo di risposta rapido, quindi ogni cella può essere regolata su un colore diverso molto rapidamente. Nel caso di un'immagine in rapido movimento, elimina l'effetto sfocato e artefatto che può essere comune per gli schermi LCD o CRT.

svantaggi

La costruzione di schermi al plasma è intrinsecamente dannosa per l'ambiente. Durante il processo di produzione, il trifluoruro di azoto viene utilizzato per creare versioni degli elementi che compongono le cellule. Poiché il trifluoruro di azoto è un potente gas serra, problemi ambientali accompagnano la tecnologia dello schermo al plasma. Tuttavia, gran parte di ciò può essere compensato dalla lunga durata degli schermi che, in teoria, significherebbe che sarebbe necessario produrre un numero inferiore di schermi, poiché la sostituzione è rara. Una situazione di svantaggio operativo degli schermi al plasma è la loro suscettibilità alla bruciatura dello schermo. Ciò si verifica quando un'immagine fissa rimane sullo schermo per lungo tempo e ne altera permanentemente l'immagine. I primi schermi al plasma erano particolarmente suscettibili alla combustione, anche se i modelli più recenti includono sistemi per combattere il problema. A loro volta, sono relativamente pesanti rispetto allo schermo piatto LCD, il che può rendere difficile il montaggio a parete. Il peso in eccesso è principalmente dovuto ai due spessi pannelli di vetro che, se danneggiati, sono molto difficili da riparare o sostituire.

Dimensioni dello schermo e segmento di mercato

Un'altra considerazione nello sviluppo e nell'applicazione di schermi al plasma è il loro grande schermo. La maggior parte sono intorno o più di 40 pollici (come uno schermo misurato in diagonale). Panasonic ha presentato uno schermo al plasma da 105 pollici, con grande successo nel 2008, rafforzando ulteriormente l'idea che gli schermi LCD sono più adatti per schermi di piccole dimensioni, come i personal computer, mentre gli schermi al plasma sono superiori per i grandi televisori e altri usi. Oggi aziende come Pioneer, Panasonic, LG, Samsung e Vizio continuano a produrre schermi al plasma che prevengono problemi di peso e bruciano lo schermo, mantenendo la precisione di contrasto, luminosità e colore che li rendono interessanti opzioni di visualizzazione.

Articoli Interessanti