Che cos'è un plotter?

storia

La società FL Mosley a Pasadena, in California, realizzò i registratori grafici XY quando Hewlett Packard acquistò la società nel 1958. Divenne presto la divisione HP che produceva plotter a penna. L'anno 1959 vide l'introduzione del modello CalComp 565, il primo plotter a penna a tamburo. Aveva una penna e poteva gestire fino a 28 cm di larghezza.

negli anni '70 HP e Tektronix svilupparono e vendettero il plotter piano di dimensioni desktop. Nel 1981 HP entrò nel mercato del grande formato per plotter da penna con HP 7580. Questo dispositivo con carta mobile era due volte più veloce dei precedenti prodotti.

Alcuni plotter prima della penna erano dispositivi offline che ricevevano dati da nastri magnetici anziché una connessione diretta al computer. Quando i plotter a penna con carta mobile hanno sostituito la tecnologia del vassoio piatto, i plotter sono diventati più piccoli e meno costosi. I plotter a penna divennero obsoleti all'inizio degli anni '90 quando gli utenti passarono alla tecnologia dell'inchiostro.

benefici

La capacità di colore e l'alta risoluzione dei plotter a penna li hanno resi il dispositivo di output a colori prescelto fino alla fine degli anni 1980. L'output di stampanti grafiche di solito aveva solo risoluzioni comprese tra 72 e 100 punti per pollice. I vecchi plotter a penna, tuttavia, potrebbero produrre risoluzioni fino a 1000 dpi.

I plotter a penna sono stati i primi dispositivi di output per computer in grado di stampare disegni e grafica architettonici e ingegneristici di dimensioni standard. Usando penne di diversi colori, hanno fornito la stampa a colori per molti anni fino a quando le stampanti a inchiostro a colori sono diventate popolari. A causa della mancanza di alternative migliori, a volte venivano usati plotter a penna di grandi dimensioni per stampare grandi poster. Una dimensione popolare era 36 per 56 pollici (90 per 140 cm).

limitazioni

I plotter a matita erano lenti. L'uso delle penne ha limitato la sua velocità. A corto di inchiostro con un vecchio plotter a penna è stato particolarmente scomodo. Se una penna ha esaurito l'inchiostro, è necessario ripetere la stampa. Alcune impressioni hanno richiesto 45 minuti o anche più per essere completate.

Sebbene fosse utile poter stampare a colori, i primi plotter a penna potevano avere solo otto colori alla volta. Per utilizzare più colori, gli operatori hanno cambiato le penne durante la stampa. Questo tipo di plotter potrebbe tracciare linee di taglio e vettori ma non è possibile stampare immagini complete o fotografiche.

tipo

Un plotter a penna piatta ha un braccio mobile che tiene una penna. Il braccio sposta la penna su e giù e attraverso la carta su una superficie di disegno piatta. La dimensione della superficie del disegno, il letto, determina la dimensione massima disponibile per un output del plotter a matita.

Il tipo di plotter da penna a rullo sposta la carta verticalmente attraverso il plotter mentre la penna si sposta da un lato all'altro.

Il tipo di plotter per penna a tamburo utilizza perni per avvolgere la carta attorno al tamburo. Il movimento della carta avanti e indietro produce la stampa in una direzione. Le penne che si muovono attraverso la carta creano un asse nella seconda direzione.

applicazioni

I plotter a matita hanno supportato applicazioni di ingegneria assistita da computer come la progettazione assistita da computer e la produzione di disegni architettonici e diagrammi di ingegneria. Hanno il vantaggio dell'alta risoluzione e la possibilità di formati di carta molto grandi. Nei suoi primi anni, questo tipo di plotter produceva anche forme di business. Fino al 1987, i plotter a penna erano gli unici mezzi economici per stampare i dati dei computer a colori. Le stampanti a inchiostro o laser hanno reso obsoleti i plotter a penna.

Nuova tecnologia

Le macchine che hanno sostituito i plotter a penna, più correttamente chiamati stampanti anziché plotter, sono elettrostatiche. I modelli di toner liquido utilizzano toner con carica positiva. Quando passa una linea di elettrodi, la carta viene caricata negativamente e attira il toner. Alcuni modelli stampano a colori e la carta per i modelli di grande formato può avere una larghezza di 180 cm. I modelli più recenti sono stampanti laser di grande formato che focalizzano la luce su un tamburo caricato con laser o diodi a emissione di luce (LED).

Articoli Interessanti