Che cos'è 3D e 2D?

Due dimensioni

Le dimensioni definiscono lo spazio in cui può esistere un oggetto. Immagina una linea molto sottile, che ha solo una dimensione, lunghezza. Se aggiungi una seconda dimensione di larghezza, hai uno spazio 2D o bidimensionale. Le forme 2D o bidimensionali hanno lunghezza e larghezza, ma nessuna profondità. Sono piatti, come un fumetto o un disegno. Cerchi, quadrati, triangoli, rettangoli: sono tutte figure bidimensionali.

Esempi 2D

Un grafico 2D ha due assi, generalmente chiamati X e Y. La maggior parte dei disegni, fotografie, dipinti e libri in formato immagine sono bidimensionali. Le animazioni 2D sono piatte, sebbene sia possibile creare la sensazione di profondità in alcuni degli elementi che usano luce e ombra, questo di solito è limitato allo sfondo. Cartoni animati come "Scooby-Doo" e "The Flintstones" sono esempi di animazione 2D. I film standard sono 2D; C'è un'impressione di profondità, poiché sono registrati nel mondo reale, ma l'immagine appare piatta sullo schermo.

Tre dimensioni

Gli spazi 2D hanno altezza e larghezza. Se aggiungi una terza dimensione di profondità, hai uno spazio 3D o tre dimensioni. Le forme 3D o tridimensionali hanno profondità, lunghezza e larghezza. Piramidi, cubi, sfere e cilindri sono esempi di forme tridimensionali, a differenza di triangoli, quadrati e cerchi bidimensionali.

Esempi 3D

La grafica tridimensionale consente tre assi anziché i due più comuni. Una scultura è un esempio di modello tridimensionale. A differenza di un semplice libro illustrato, un libro a discesa ha tre dimensioni. Nell'animazione, 3D significa che gli elementi sono costruiti in modi che sembrano avere profondità e includono film animati come "Who Framed Roger Rabbit", "Shreck" o "Wall-E". Nella tecnologia cinematografica e televisiva, il 3D si riferisce alle tecniche che rendono l'immagine di avere profondità. Normalmente, è necessario guardare la televisione e i film in 3D attraverso occhiali speciali per vedere l'effetto (vedere i riferimenti 5).

Altri usi del 2D

I termini "2D" o "bidimensionale" possono essere usati metaforicamente per riferirsi ad un oggetto di lavoro o ad un lavoro privo di sostanza, sfumature o idee sufficienti. Un personaggio immaginario che è scritto male e privo di personalità può essere descritto come bidimensionale o, più informalmente, 2D. Un sistema o un approccio più semplice a un problema può anche essere descritto come bidimensionale.

Altri usi del 3D

I termini "3D" o "tridimensionale" possono essere utilizzati per descrivere un sistema, un metodo o un'opera sofisticati, approfonditi e approfonditi. Un personaggio tridimensionale in un libro o in un film è credibile e realistico. Un approccio tridimensionale a qualcosa prende tutti i fattori importanti invece di concentrarsi quasi esclusivamente solo su uno o due.

Articoli Interessanti